ESTATE SU RUOTE

Selezionata per Vilebrequin dalla casa editrice JRP|Editions, l’artista svizzera Sylvie Fleury esplora le contaminazioni tra arte, moda, sintonizzazione e estetica New Age. Personalizzando oggetti appartenenti alla cultura mainstream, obbliga lo spettatore a rivalutare le proprie nozioni di valore, feticismo del lusso e consumo di genere. Con una netta connessione con il concettualismo, la sua pratica artistica include scrittura, performance, pittura e installazioni.

LA MECCANICA DEL DESIDERIO

Inizialmente usata per un’opera su parete, l’opera visuale “Hot Rod” viene rivisitata per Vilebrequin per accessori e costumi da uomo e da donna. Presente in tutta la collezione, la fiamma bicolore simboleggia sia un motore a combustione—oggetto da cui Vilebrequin prende il nome — e un invito ad “accelerare,” prendendo in prestito scenari della subcultura americana.

LA SPIAGGIA
IMITA L’ARTE

SCOPRI LA COLLABORAZIONE

“ARTE AD ARTE“
CON SYLVIE FLEURY

Immergiti nell’universo di
Sylvie Fleury's

Mosaic image 1
Mosaic image 2
Mosaic image 3
Mosaic image 4

Biografia di
SYLVIE FLEURY

Sylvie Fleury (classe 1961) è un’artista contemporanea svizzera. Creando opere multi-materiali ispirate alla tradizione dell’arte concettuale, critica acutamente la superficialità, il glamour e i prodotti di lusso, appropriandosi del loro fascino seduttivo. I suoi tacchi alti e carrelli in bronzo devono molto ad artisti come Marcel Duchamp e Andy Warhol, che usavano entrambi oggetti commerciali, e al suo interesse per la sovversione. Fleury ha esposto alla Galerie Thaddeus Ropac a Parigi, al Salon 94 a New York e al Karma International a Zurigo. Le sue opere possono essere ammirate in collezioni esposte al Museum of Modern Art a New York, al Centre for Art and Media a Karlsruhe, al MAMCO Geneva e al Museum der Moderne a Salisburgo. Vive e lavora a Ginevra.